Wednesday, May 24, 2017

Marina Abramovic imitata da Virginia Raffaele performance a Facciamo che io ero Rai2 Una presa per i fondelli - Arte contemporanea

Marina Abramovic imitata da Virginia Raffaele

Marina Abramovic imitata da Virginia Raffaele performance a Facciamo che io ero Rai2 come una presa per il cuxo - Arte contemporanea - Performance art MARINA ABRAMOVIC VIDEO, VIRGINIA REFLECT IMIT: BRINDISI IN THE LANGHE (WE MAKE THAT I AM) - Among the imitations that Virginia Raffaele will propose to Let us that I was there was also that of the contemporary artist Marina Abramovic. The woman is very active even at this moment ready to move towards ever-changing situations. Of course, there is also the one associated with the tasting we will see between 28 and 29 September in Langhe. In fact there a Piedmontese family produces quality wine for three generations. In this situation there will be a performance by Marina Abramovic who will present himself to surprise everyone with his contemporary art. It will be interesting to see how this situation will then affect the stage of the moment surely through very attractive and interesting situations. (By Matteo Fantozzi)

Performance art
Artistic movement
Performance art, Art, Arte, Arte Contemporanea, arti visive, artisti, Marina-Abramovic, performance, Performance-art, Ra2 - rendered in Italian as an art performance or artist performance, is an artistic action, generally presented to an audience, which often invests in interdisciplinary #MarinaAbramovic imitata da #VirginiaRaffaele #performance a #Facciamocheioero #Rai2 www.omniars.blogspot.com/2017/05/marina-abramovic-imitata-da-virginia.html #Omniars #Abramovic aspects.

MARINA ABRAMOVIC VIDEO, VIRGINIA RAFFAELE IMITATES THE CELEBRATES CONTEMPORARY ARTIST (WE DO IT I AM) - Marina Abramovic will be one of the characters Virginia Raffaele will propose in the new episode of "Let's Be That I Was", the premiere aired show on Raidue. At the debut he launched the imitation of Fiorella Mannoia, but today could have come the time of the artist born in Belgrade. This is not an "unpublished" imitation, because Virginia Raffaele has already worn the "mask" of Marina Abramovic. So today he will fly in his repertoire: the comic and imitator has launched this character in Venice to promote the performance tour. He chose the Biennale as a location to debut the imitation of one of the most genius and acclaimed contemporary artists. "I met him two years ago, it was a blast, I did it," Virginia Raffaele told years ago to explain how the idea of ​​imitating Marina Abramovic was born. For that show he thought of a game of mirrors that revolve around her, what was invented now instead? MARINA ABRAMOVIC VIDEO, THE FIRST IMITATION OF VIRGINIA RAFFAELE (WE DO THAT I THE ERO) - The great interpreter of exhilarating "masks", Virginia Raffaele, is a great fan of Marina Abramovic, who would steal "genius" as he did Reveal to Vanity Fair's microphones. A long red dress, her hair gathered in a braid; Virginia Raffaele presented herself in the robe of the famous artist in Venice. A game of intense looks with the passers-by and the word "performance" to highlight the quality of his performances, which in fact had little artistic value compared to those of Marina Abramovic. The re-reading of the art of the "Grandmother of performance art" takes place through the deforming and explanatory lens of his irony. So in the theater: "I do contemporary art, not everyone can do contemporary art. Not everyone can understand contemporary art. However, everyone can pay to see contemporary art. This is performance. " MARINA ABRAMOVIC VIDEO, CAREER OF CONTEMPORARY ARTIST (WE DO IT I AM) - Marina Abramovic is a very prestigious artist in the contemporary art scene. Born in Belgrade in 1946, he came to the artistic world at the age of 14 when he assisted in the realization of a work by a father's acquaintance. From 1965 to 1972 he attended the Academy of Fine Arts in Belgrade, then became a teacher at another academy, and in the meantime he also became an active participant in the world of contemporary art. Realizes his first performances, with Rhythm 10 of 1973, for example, focuses on the importance of gestures. This show uses twenty knives and two recorders: slides one of the blades between the fingers of his hand and when cut he takes another knife, leaving the recorder active. When he resumes recording, he tries to replicate the same situation with the same gestures, Ricerche correlate a Virginia Raffaele performance virginia raffaele spettacoli 2017 virginia raffaele tour 2017 virginia raffaele milano virginia raffaele roma virginia raffaele virginia raffaele brancaccio virginia raffaele performance recensioni virginia raffaele roma 2017 Ricerche correlate a performance performance pronuncia performance significato performance plurale performance accento performance virginia raffaele performance integratore performance sinonimo performance palestra trying to go wrong

at the exact same moment. In 1976, he moved to Amsterdam where he linked a relationship with Ulay, a German artist with whom he performed other performances. When in 1988 their relationship ended their relationship closes on the Chinese Wall. In 1997, however, Marina Abramovic won the Golden Lion at the Venice Biennale with the performance, Balkan Baroque. - Marina Abramovic imitata da Virginia Raffaele performance a Facciamo che io ero Rai2 come una presa per il cuxo - Arte contemporanea -

Marina Abramovic imitata da Virginia Raffaele performance a Facciamo che io ero Rai2 Una presa per i fondelli - Arte contemporanea

Friday, October 14, 2016

12 ° edizione di ArtVerona Art Fair artisti e progetti d'arte per la fiera e per la città di Verona

12 ° edizione di ArtVerona 12 ° edizione di ArtVerona Art Fair artisti e progetti per la fiera e per la città Art Fair progetto vuole essere una proposta sempre più raffinata di espositori, artisti e progetti per la fiera e per la città. Grazie al piano di acquisto consolidato, a nuovi riconoscimenti e concorsi, ad un sempre più forte e la rete estesa con le istituzioni, ArtVerona persegue l'intento di essere un tangibile volano con cui migliorare il sistema dell'arte italiano.
Il 12 ° edizione di ArtVerona | Art Fair del progetto si svolgerà nei padiglioni 11 e 12 della Veronafiere, da Venerdì 14 a Lunedi 17 ottobre. Questa è la fiera d'arte moderna e contemporanea che si concentra su essere una destinazione privilegiata per espositori e collezionisti che possono trovare un valore distintivo nel tailor made disposizione, l'attenzione per la cura e la qualità delle proposte, la vocazione per la ricerca e la sperimentazione, la talent scouting di attività e il sostegno ai giovani nuovi arrivati ​​- siano essi artisti, galleristi o curatori -, e nella facilità d'uso e il fascino della città. Convinto che uno dei principali fattori competitivi del nostro paese sta nel rapporto tra il tessuto socio-culturale e sistema di business di influenza reciproca, ArtVerona continua la sua attività investigativa ha lanciato nel 2014 e, dopo il lancio di Open Source scorso aprile, in occasione della 50 ° edizione di Vinitaly, che ha caratterizzato l'azienda Marchesi Antinori come un esempio di nuovo mecenatismo, ha annunciato una nuova importante sinergia con la Bevilacqua La Masa di Venezia Fondazione, Regione Veneto e Confindustria Veneto per il progetto culturale Alchimie: cinque artisti chiamati mantenere i contatti con cinque imprese locali, con l'obiettivo principale di portare il mondo degli affari più vicina a quella dell'arte e della cultura. La formazione del suo piano di acquisto offre anche una forma di realizzazione tangibile di questa polarità virtuoso. la Domus Acquisizioni Fondo, del valore di 100.000 euro è stato rinnovato ancora una volta per il 2016 ed è sostenuta per il terzo anno esecuzione da parte di un partner istituzionale come Domus Fondazione per l'arte moderna e contemporanea, principale dell'evento Partner, creato da Cariverona, per sostenere gli artisti e le gallerie che partecipano alla fiera e arricchire la città collezioni; esso sarà affiancato, per il secondo anno, dalle acquisizioni fondo di private per l'arte contemporanea, che coinvolto un pool di collezionisti e imprenditori in un piano quinquennale, volto a sostenere l'arte emergente impianto con un investimento iniziale di 50.000 euro, che può essere implementato grazie al coinvolgimento di nuovi collezionisti. La nascita di un nuovo riconoscimento è stato anche annunciato. Il Premio Rotary Club Asolo per l'arte contemporanea e giovani artisti, che consiste nell'acquisto durante la fiera di un'opera di un artista emergente per il valore di 3.000 euro, con un impegno implementabile a lungo termine. ArtVerona mantiene il suo impegno a sostenere il sistema dell'arte italiano, dalle gallerie ai musei, dai curatori a artisti e collezionisti, con progetti durante la fiera come livello 0, il formato che vede i direttori di diverse italiana istituzioni d'arte moderna e contemporanea coinvolti durante l'evento per identificare un artista che promuoveranno attraverso le loro sedi oltre il prossimo anno; atupertu, un format di successo, la cui seconda edizione è curata da Eva Comuzzi, offrendo al pubblico la possibilità di incontrare gli artisti che partecipano al bel viso a viso, al loro rispettivo gallerie, con calendario di incontri brevi della durata di 30 minuti; Messa a fuoco XX, il percorso espositivo dedicato al dopoguerra Master italiano che, grazie alla collaborazione con la Galleria d'Arte Contemporanea Civile di Ascoli Piceno, questo anno si concentra sulla produzione poetica intima e sensibile di Osvaldo Licini; momenti di analisi, che si aprirà con Catterina Seia e Andrea Bruciati, che saranno parlando con Anna Somers Cocks, ispirandosi al "Che cosa è l'arte per "sondaggio tenuto da The Art Newspaper, e si concluderà con incontri con diverse importanti collezionisti italiani, chi lo farà dire al pubblico ciò che li ha portati a collezionare opere d'arte, sotto la guida di Adriana Polveroni, curatore della ArtVeronaTalk. Accreditato tra i principali eventi del settore, ArtVerona è una fiera che costruisce reti, relazioni e opportunità, un modus operandi che lo vede riconosciuta dalle organizzazioni con le quali è collabora, prima e soprattutto ANGAMC- l'Associazione Nazionale Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea, e da numerosi nazionali e istituzioni territoriali, come la Soprintendenza delle Belle Arti e Paesaggistici per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, il Museo Civile, Università e Accademia di Belle Arti di Verona. Si conferma l'approccio volto a ricerca e sperimentazione, come le attività principali che lo contraddistinguono all'interno del commercio settore giusto. Come confermato da sezioni come Raw Zone, uno spazio aperto a 12 gallerie che sono presentati con nuovi progetti curatoriali, espressamente dedicato alla ricerca e all'innovazione, con un occhio sul mercato più giovane, e Tangram, la nuova piattaforma ispirato al famoso enigma basato sulla ripartizione e la ricreazione di geometrica forme per costruire figure che si riferiscono alla realtà; una sezione solo su invito, per le gallerie di ricerca, la natura "fluido", di cui prevede una comunicazione condivisa tra le diverse organizzazioni coinvolte, che sarà presentato in posizione ideale secondo un progetto relazionale che li differenzia dalla proposta monografica di Raw Zone e dal soliti spazi espositivi. Un innovativo approccio nuovo da ArtVerona, che mira a sostenere la crescita di nuovo interlocutori per la graduale creazione di fedeltà comune, in cui la fiera sarà un interlocutore attivo. Questo è un arrangiamento condivisa anche da formati come Artes, la terza tappa del progetto di ricerca, divulgazione e la partecipazione tecniche artistiche, che, dopo aver indagando pittura e disegno, quest'anno assegna Valentina Lacinio un focus sul mezzo fotografico. Il punto di partenza, come sempre, le dodici Master, in questo caso della fotografia, individuati tra quelli rappresentati in fiera, che si estenderà verso l'installazione congiunta dei 50 giovani artisti prendendo parte. guadagni sperimentazione importanza nella i7, il formato a cura di Cristiano Seganfreddo dedicato al indipendenti organizzazioni non-profit coinvolti nel nostro paese in attività di ricerca contemporanea, la settima edizione di che sarà ospiterà 16 associazioni e gruppi, che hanno risposto con i loro progetti di un concorso pubblicato nel Artribune il tema principale dei quali è la condivisione d'arte, considerata come la trasformazione delle economie, cambiare in professioni e nascita di nuove forme di relazione e di aggregazione. Tra le azioni finalizzate alla promozione del sistema dell'arte italiana, il seguente sono stati confermati ancora una volta per questo anno: Icona, il concorso, giunto alla sua undicesima edizione, che nomina una Commissione presieduta da Gianfranco Maraniello, direttore del Mart di Trento e Rovereto, per identificare l'opera più rappresentativa della edizione 2016, un lavoro che diventerà l'immagine della campagna della manifestazione per la prossima edizione, così come entrare nel museo del deposito; e display, che nomina una Commissione presieduta da Patrizia Moroso, imprenditrice e fine interprete dello stile e del design, un membro del Comitato di Direzione ArtVerona, di assegnare due espositori il premio per la migliore esposizione, con un bonus di 2.000 euro da spendere per la partecipazione alla prossima edizione della fiera. Il ruolo e la partecipazione di ArtVerona è cresciuto rispetto alla offerta culturale di Verona, che vedrà il istituzioni e spazi museali si aprono le loro porte in autunno per piattaforma condivisa, che trae ispirazione da Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) per una rilettura della contemporaneità. Durante ArtVerona AMO - Arena Museo ospiterà la mostra Nitsch e il Teatro a cura di Hubert Klocker, che prende in esame il legame tra Hermann Nitsch, la sua sperimentazione drammatica e la storia della teatro contemporaneo: le opere sarà accompagnata da bozzetti, foto di scena e costumi disegnati dal Maestro che ha teorizzato o.m. Teatro. Alla Protomoteca della Biblioteca Civica, sede dell'Archivio Regionale di Videoarte, l'evento Così fan tutte, oo la scuola di amanti a cura di Giulia Casalini, delinea i concetti di fedeltà, identità e genere presente in Mozart lavorare, con una selezione di video prestazioni. Nella storica cornice della Chiesa di San Francesco al Corso - Museo degli Affreschi, progetti ASLC per l'arte presenta la site-specific di installazione La finta semplice del giovane napoletana artista del suono Roberto Pugliese, a cura di Valerio Dehò e ispirato l'aspetto più innovativo della poetica di Mozart. Nel frattempo, la Loggia Vecchia, in Piazza dei Signori, ospita l'installazione Nota in do lenti di Raffaella Formenti, che prende forma dalla Regina della Notte di Mozart Il flauto magico, proprio come le note sono nati a seguito di un punteggio, e le parole nascono da quelle stesse note. Infine, gli spazi di strutture dell'Università di Verona ospiterà le due opere di Michele Amato e Alice Padovani la frutto della campagna di crowdfunding turni d'arte promosse nel 2015 in collaborazione con Celeste Network e Verona Università, e, al di fuori della città, la Galleria Civica di Trento sarà inaugura la mostra personale di Andrea Galvani, il risultato della scelta fatta dal Mart per l'edizione 2015, di livello 0, uno dei più grandi artisti italiani che operano in campo internazionale, vincitore dell'edizione 2015 del Concorso Icona. 12 ° edizione di ArtVerona Art Fair artisti e progetti per la fiera e per la città - - Omniars Magazine arti visive, pittura, disegno tecniche pittoriche, affresco acquerello, iconografia , storia dell’arte, estetica, fumetto omniars urltube bonazeta omniars omniars.blogspot omniars, urltube, bonazeta, omniars omniars.blogspot

Saturday, September 24, 2016

Corso per bambini e ragazzi di FUMETTO - FIABE - DISEGNO - ACQUERELLO a Verona

Corso per bambini e ragazzi Ci si diverte - ci si rilassa - si impara a disegnare FUMETTO - FIABE - DISEGNO - ACQUERELLO



Insegnate: Anna Malapelle (Accademia di Belle Arti molti anni di insegnamento dedicato ai ragazzi) Centro di Incontro: Piazza "Penne Nere", MONTORIO, Venerdì pomeriggio dalle 16:30 alle 17:30 Via Mantovana 66, SANTA LUCIA, Mercoledì pomeriggio dalle 17:00 alle 18:00 Per informazioni telefonare: 346.8615604




 fumetto, ragazzi, bambini,fiabe, acquerello, Anna Malapelle, Anna-Malapelle, AnnaMalapelle, Arte, Arte Verona, bellezza, Comune di Verona, corso-pittura, creare, dipingere, Disegnare, Disegnare-dipingere-creare, pittura
Corso per bambini e ragazzi di FUMETTO - FIABE - DISEGNO - ACQUERELLO a Verona


Mare con nuvole viola e tre barche gialle, 1946, dip. Emil Nolde - Disegnare dipingere creare con Anna Malapelle tecniche per colorare un disegno tecniche per colorare per bambini come dipingere in bianco e nero tecniche per colorare con le matite tecniche per colorare un disegno a mano metodi per colorare tecniche per colorare coi pennarelli tecniche per colorare un disegno per bambini

CORSO DI DISEGNO E PITTURA per adulti organizzato dalla Omniars di Verona

Corsi per adulti.  CORSO DI DISEGNO E PITTURA per adulti organizzato dalla Omniars



Insegnate: Anna Malapelle (Accademia di Belle Arti - 21° anno di insegnamento dedicato agli adulti) Il corso per adulti, organizzato dalla Omniars, si articola in 30 lezioni (ore 2:45 settimanali), da ottobre a giugno PRESSO LE SEGUENTI CIRCOSCRIZIONI: IV Centro Culturale "6 Maggio" - Via Mantovana, 66 - SANTA LUCIA VIII Centro d'Incontro - Piazza Penne Nere, 2 - MONTORIO III Via Brunelleschi, 12 - STADIO Il corso non richiede alcuna preparazione preliminare ed è finalizzato a fornire una conoscenza globale e personale sulle basi del disegno (schemi; proporzioni; inclinazioni; ingrandimento) e della pittura (composizione; bilanciamento; creatività). Le tecniche affrontate sono: graffite; gessetto, crete; pastelli (su carte tinte, nere e di velluto); pastelli oleosi, cere; matite colorate acquerellabili e non; china, inchiostri, guazzo, acquerello, tempere magre e grasse, acrilici; olio; pittura materica con sabbia, sassi, malta; miniatura e iconografica.     Il corso tende a dare una conoscenza personale poiché ogni singolo allievo viene seguito, anche individualmente, nella propria sensibilità artistica e nella ricerca del proprio stile. Obiettivo del corso è anche perfezionare le tecniche, in un mondo dell'arte dove i sogni sono sempre colorati e "l'essenziale è invisibile agli occhi poiché non si vede bene che col cuore". GIORNI DI FREQUENZA: LUNEDI' dalle 16.30 alle 19.15 e dalle 19.45 alle 22.30 MARTEDI' dalle 18.30 alle 21.15 MERCOLEDI' dalle 16.30 alle 19.15 e dalle 19.45 alle 22.30 VENERDI' dalle 17.45 alle 20.30 e dalle 20.30 alle 23.15

CORSO DI DISEGNO E PITTURA per adulti organizzato dalla Omniars di Verona
Per informazioni telefonare: 346.8615604

 , Omniars Associazione Omniars. Non solo corsi di disegno, pittura, tecniche pittoriche (tra cui affresco acquerello e iconografia), storia dell’arte ed estetica... fumetto...